Paesi dipinti

Da visitare sono i borghi storici, i nuclei abitati dell’entroterra, quali ad esempio i paesi dipinti come Arcumeggia, Duno e Boarezzo. Arcumeggia è un museo a cielo aperto, arroccato alle pendici del Monte Nudo ed è vicino a Casalzuigno.  E’ il più importante tra i Paesi Dipinti da visitare nei percorsi proposti dalla Strada, per gli artisti famosi che vi hanno lavorato. Boarezzo è un splendido paese dipinto. Pareti, ballatoi, stalle, dove le antiche tradizioni e i mestieri dei vecchi tornano d'attualità. Anche immagini di flora e fauna abbelliscono l’affascinate borgo. Una meta da non perdere. 
In una frazione di Dumenza, a Runo, le antiche case contadine sono state affrescate con opere da vari artisti. Percorrendo il paese dipinto di Runo, particolarmente le vie Concordia, IV Novembre e Monte Grappa, sembra di trovarsi in lunghi saloni di un’esposizione, una moltitudine di opere in affresco deliziano lo sguardo.

Casalzuigno - Arcumeggia

Arcumeggia è un museo a cielo aperto, arroccato alle pendici del Monte Nudo e vicino a Casalzuigno. E’ il più importante tra i "paesi dipinti", grazie agli artisti famosi che vi hanno lavorato. La visita ad Arcumeggia, dove nel 1956 sono stati realizzati i primi dipinti, è suggestiva e consente splendide viste panoramiche sulla Valcuvia.

I muri delle case portano le firme di Giovanni Brancacci, Remo Brindisi, Aldo Carpi, Cristoforo De Amicis, Gioxe De Micheli, Gianni Dova, Umberto Faini, Carlo Fayer, Ferruccio Ferrazzi, Barbara Galbiati, Francesco Menci, Giuseppe Migneco, Sante Monachesi, Giuseppe Montanari, Luigi Montanarini, Enzo Morelli, Massimo Parietti, Bruno Saetti, Innocente Salvini, Aligi Sassu, Fiorenzo Tomea, Eugenio Tomiolo, Ernesto Treccani, Carmelo Nino Trovato, Gianfilippo Usellini. 

Da non perdere gli affreschi dal piazzale prospiciente la chiesa di Sant'Ambrogio, la Via Crucis e le vie del borgo, senza tralasciare i cortili, che conservano le opere degli allievi dei tanti corsi di affresco; la Casa del Pittore raccoglie altre testimonianze. 
Il toponimo del centro abitato deriva, probabilmente, da "Arx media" (rocca in mezzo a due valli - Valcuvia e Valtravaglia). 


Dumenza - Runo

Nella frazione di Dumenza denominata Runo, le antiche case contadine sono state affrescate con opere di artisti tra i quali: Severini, Tonin, Barozzi, Marchesi e Marrani, raffiguranti scene di vita contadina ed operaria.
Percorrendo il paese dipinto di Runo, particolarmente le vie Concordia, IV Novembre e Monte Grappa, sembra di trovarsi in lunghi saloni d'esposizione: una moltitudine di opere in affresco deliziano lo sguardo. 

Degna di nota è la chiesa di San Giorgio: due mensole in pietra ornate da facce umane datano 909 ed ora si trovano alla base della torre. 


Valganna - Boarezzo

Collocato a 736 metri di quota, il minuscolo villaggio di Boarezzo ebbe le sue origini intorno al XII secolo. Tra ‘800 e ‘900 era meta di turismo e villeggiatura per le famiglie facoltose di Como, Milano e Varese che qui potevano godere di una splendida vista sulle Alpi Lombarde: fu allora che gli abitanti decisero di rivitalizzare l'ambiente, di restaurare i rustici, affidandone il compito alla mano di artisti quali Giuseppe Grandi e Odoardo Tabacchi, due fra le figure più prestigiose dell’intero panorama scultoreo italiano dell’800, nati in Valganna. 

Boarezzo è quindi un paese dipinto alla stregua di Arcumeggia, dove le antiche tradizioni e i mestieri dimenticati tornano d'attualità grazie, fra gli altri, ai Cestai di Bogani, al Contadino di Ambrosetti, al Bagatt di Monti.
Nei paraggi si trovano villa Chini, esempio di costruzione in stile liberty, e la piccola chiesa settecentesca di San Giovanni Battista, che fanno di questo piccolo paese una meta da visitare. 

Per info:
Associazione Amici di Boarezzo
Piazza Salvadori 1, Boarezzo, Valganna

Tel. +39 339 2750749 
amicidiboarezzo@libero.it
www.valganna.info